RP - Decoupge carta e tessuto

Si possono usare quasi tutti i tipi di carta o tessuti, tappezzerie, cartoline o carte regalo. Attenzione all’utilizzo di fotocopie a colori, quest’ultime non avendo il colore fissato potrebbero perderlo e formare chiazze al momento dell’incollaggio sull’oggetto. Sono da evitare: carte plastificate, perché non assorbono la colla, e le carte troppo lucide, perché tendono a incresparsi. Si possono usare anche i tovaglioli, ma essendo molto sottili è necessaria una certa cautela nella fase dell’incollaggio. Per quanto riguarda i tessuti utilizzare quelli non troppo spessi e con soggetti molto particolari in quanto le stoffe possono creare notevoli problemi di rilievi, principalmente si usano pizzi per dare effetti molto romantici.

Gli attrezzi indispensabili per il Découpage sono:

  • forbici piccole con punte molto sottili e forbici medie;
  • cutter e relativa tavoletta di compensato o vetrosa utilizzare come piano d’appoggio per ritagliare;
  • spugna sintetica, tipo quella per togliere il trucco;
  • pennelli piatti medi (1,5/3 cm);
  • paglietta di ferro;
  • carta abrasiva da 400 a1 300.

Consigliamo le vernici all’acqua, più facili da usare.

Inoltre utilizzeremo::

  • antiruggine o cementite all’acqua gesso acrilico e primer;
  • flatting all’acqua per legno;
  • flatting all’olio (lucido, opaco o satinato);
  • diluente alla nitro o acquaragia;
  • gomma lacca (si trova in scaglie da sciogliere in alcool 95°/98° nella quantità di 100/150 g per litro, lasciare riposare per 34 ore e filtrare con una calza di nylon): dona un colore leggermente ambrato all’oggetto; c’è anche pronta conosciuta col nome di chiarificata;
  • gomma arabica (da preparare aggiungendo acqua e scaldare a fuoco lento, a bagno maria, senza farla bollire), la si trova anche già pronta, in alternativa si utilizzano vernici per il craquelè già pronte;
  • mordenti da sciogliere in acqua e tingi legno;
  • turapori;
  • stucco da legno o metallo;
  • fondo opaco coprente all’acqua o gesso acrilico.

Si possono usare colori acrilici all’acqua, in commercio ne esistono di diverse qualità con innumerevoli gradazioni, anche se, per iniziare, sono necessari alcuni colori base: rosso, giallo, bianco, nero, blu, verde, marrone. Esistono poi i pigmenti che sono la base per tutti i colori, questi sono in polvere e si possono aggiungere a qualsiasi tipo di vernice. I pigmenti inoltre permettono di dare particolari sfumature di colore, ma hanno l’inconveniente di essere più complicati nella preparazione, in quanto sono necessarie sostanze leganti utili a fissare il colore stesso.

 

 


RP CREAZIONI di Paolo Furlan & C sas - Via Mar Arabico , 39  - 00122 ROMA - P.Iva 08725211000
Aut. DIA Comune Roma n.6048 - 21/01/2011 - CCIAA Roma n. RI/PRA/2011/25740 - 07/02/2011